0571 489255 | 0571 479048
·
Lun - Ven 09:00-12:30 | 15:00-18:30
Area Riservata

Dichiarazione di successione precompilata: ecco le nuove (e più semplici) regole dell’Agenzia delle Entrate

Nuove regole e procedure semplificate per la presentazione della dichiarazione di successione che diventa precompilata: da oggi, quindi, gli eredi di una persona deceduta dovranno affrontare meno formalità e questo dovrebbe comportare anche un notevole risparmio in termini di tempo e di denaro.
Ma vediamo nel dettaglio cosa cambia.

Dichiarazione di successione precompilata: di cosa si tratta

Quando un familiare viene a mancare, uno dei primi compiti da sostenere – senza considerare il dover affrontare il dolore del lutto per la perdita di una persona cara – è la presentazione della dichiarazione di successione all’Agenzia delle Entrate. Tale dichiarazione rappresenta l’atto tramite cui vengono trasferiti i rapporti giuridici, sia attivi che passivi, dal defunto agli eredi: si tratta cioè di un documento fiscale essenziale per comunicare all’Agenzia che gli eredi stanno assumendo il patrimonio del defunto. La presentazione della dichiarazione spetta esclusivamente agli eredi o ai loro rappresentanti legali e i costi associati variano in base all’entità del patrimonio ereditato.

D’ora in poi però, grazie alla dichiarazione di successione precompilata, l’iter successorio – e quindi l’eredità – diventa più veloce e semplice. Come era già successo per la dichiarazione dei redditi e del Modello 730, l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione un modello online e si occupa di compilare la dichiarazione di successione per una persona defunta, inserendo tutti i dati disponibili riguardanti i suoi redditi e il patrimonio. Gli eredi hanno quindi il semplice compito di confermare o apportare eventuali modifiche e correzioni ai dati già forniti.

Si legge infatti sul sito dell’Agenzia che:

È una dichiarazione di successione in parte già compilata con dati e informazioni in possesso dell’Agenzia, che facilita il contribuente nell’adempimento grazie all’ausilio di interfacce intuitive e accessibili. Grazie alla raccolta delle informazioni organizzata per argomenti e non più per “quadri”, si ottiene una compilazione più organica e sequenziale. Le informazioni vengono riposizionate in via automatica nelle relative parti di cui si compone il modello dichiarativo, inoltre il cittadino viene guidato sui diversi passi da compiere per completare il percorso dichiarativo.

 

Quali dati sono presenti nella dichiarazione di successione precompilata?

Nella dichiarazione di successione precompilata, vengono riportati i dati anagrafici del dichiarante, inclusi luogo e data di nascita per gli altri soggetti indicati nella dichiarazione o, nel caso di società, la denominazione sociale. I recapiti dell’utente vengono validati e inclusi nei dati precompilati.

Inoltre, sono presenti i dati relativi a terreni e fabbricati, nonché informazioni sui pagamenti effettuati. Nel caso in cui la dichiarazione precompilata contenga errori causati da una compilazione errata del modello dichiarativo o da documenti non conformi, tali errori verranno segnalati immediatamente per consentire correzioni appropriate. Questo sistema permette di semplificare il processo di dichiarazione di successione e di garantire l’accuratezza dei dati presentati.

Dopo aver esaminato attentamente tutti i dati della dichiarazione di successione precompilata e apportato eventuali correzioni o integrazioni necessarie, gli eredi avranno accesso a un riepilogo completo della dichiarazione e dell’asse ereditario. Questo riepilogo includerà informazioni dettagliate sulle imposte e i tributi dovuti, oltre alle istruzioni per il pagamento. Tali indicazioni saranno visualizzate nella sezione “Liquidazione delle imposte ipocatastali e altri tributi” sul sito web dell’Agenzia delle Entrate.

Nel caso in cui il patrimonio del defunto includa una proprietà immobiliare, prima di presentare la dichiarazione di successione, sarà necessario effettuare il pagamento delle imposte ipotecarie, catastali, di bollo, della tassa ipotecaria e dei tributi speciali. Nel modello di dichiarazione precompilato online, il calcolo di queste imposte sarà eseguito automaticamente al termine della compilazione.

Il dichiarante dovrà fornire il suo codice fiscale e l’IBAN del suo conto corrente, dove saranno addebitate le imposte e le tasse. Per effettuare il pagamento, basterà fare clic su “Invia dichiarazione”, visualizzare l’importo da pagare, inserire il codice PIN del dichiarante e confermare l’invio della dichiarazione di successione insieme agli addebiti sul conto corrente.

Durante la compilazione della dichiarazione di successione, gli eredi avranno la possibilità di richiedere un’attestazione di avvenuta presentazione della dichiarazione in formato telematico. Questa attestazione è necessaria per il trasferimento dei beni del defunto.

 

Disclaimer

Non siamo una testata giornalistica.
Gli articoli non possono essere ritenuti una consulenza sui generis.
Non ci riteniamo responsabili di conseguenze derivanti dall’aver posto in essere operazioni o comportamenti sulla base di quanto riportato negli articoli senza aver reso una consulenza specifica al cliente caso per caso.

Contattaci senza impegno

    Le Ultime News

    gestione_tesseramenti
    Gestione dei tesseramenti in una ASD: e se un atleta tesserato decide di cambiare associazione durante la stagione sportiva?
    6 Giugno 2024
    bonus partite iva
    Bonus partite IVA 2024: ecco tutte le novità
    21 Maggio 2024
    pagamento delle imposte sui redditi
    Pagamento delle imposte sui redditi rateizzato: ecco le nuove scadenze per la Dichiarazione 2024
    17 Maggio 2024