0571 489255 | 0571 479048
·
Lun - Ven 09:00-12:30 | 15:00-18:30
Area Riservata

RAS: Significative innovazioni nel panorama dello sport dilettantistico italiano che si sta dirigendo verso una maggiore inclusività e riconoscimento delle diverse forme di attività sportiva così fa garantire una struttura più organizzata e definita per il loro riconoscimento e gestione. È stato infatti pubblicato il nuovo regolamento per la gestione e l’aggiornamento del Registro Nazionale delle Attività Sportive Dilettantistiche (RAS). Vediamo cosa cambia, partendo dalla procedura per l’accreditamento delle attività sportive non riconosciute precedentemente di cui trovate, in calce a questo articolo, la versione completa.

 

Creazione e Funzione del Registro Nazionale (RAS)

Il (RAS) Registro Nazionale delle Attività Sportive Dilettantistiche, come istituito dal decreto legislativo n. 39/2021, opera sotto l’egida del Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Questo registro comprende tutte le associazioni e società sportive dilettantistiche (ASD e SSD) che svolgono attività sportive, incluse quelle educative e formative, riconosciute dal CONI, dal CIP o enti affiliati.

Il Regolamento recentemente aggiornato, che sostituisce la precedente versione del 27 marzo 2023, introduce due elementi di grande rilevanza:

  1. Procedura per il Riconoscimento di Nuove Attività Sportive: che stabilisce una procedura specifica per il riconoscimento, da parte del Dipartimento per lo Sport, delle attività sportive che operano al di fuori degli organismi tradizionali riconosciuti dal Coni o dal Cip (articolo 6, comma 2).
  2. Riconoscimento della Personalità Giuridica: che viene delineato in modo dettagliato il processo per il riconoscimento della personalità giuridica per le a.s.d. (articolo 11)

Procedura di Riconoscimento delle Attività Sportive

Per ottenere il riconoscimento della natura sportiva di un’attività, è necessario inoltrare una richiesta formale al Dipartimento per lo Sport. Questa domanda deve essere inviata via PEC, completata con un modulo disponibile online e una descrizione dettagliata dell’attività in questione, rispettando la definizione di “sport” fornita dal d.lgs. 36/2021.

Dopo una verifica preliminare, il Dipartimento consulta CONI o CIP per valutare aspetti tecnici dell’attività. In caso di parere positivo, la richiesta procede per l’approvazione politica e l’inserimento nell’elenco annuale delle attività sportive. In caso contrario, il Dipartimento fornisce una motivazione dettagliata per il rifiuto.

Le organizzazioni sportive le cui attività sono state riconosciute possono procedere con la domanda di iscrizione al RAS. Questo processo è descritto dettagliatamente nel Regolamento, seguendo le indicazioni dell’articolo 6, comma 2.

Di seguito trovate in allegato:

Related Posts

Disclaimer

Non siamo una testata giornalistica.
Gli articoli non possono essere ritenuti una consulenza sui generis.
Non ci riteniamo responsabili di conseguenze derivanti dall’aver posto in essere operazioni o comportamenti sulla base di quanto riportato negli articoli senza aver reso una consulenza specifica al cliente caso per caso.

Contattaci senza impegno

    Le Ultime News

    regime IVA per il Terzo Settore
    Unanimità alle Camere: rinvio al 2025 per il nuovo regime IVA per il Terzo Settore
    22 Febbraio 2024
    legge di bilancio 2024
    Legge di Bilancio 2024: alcune novità in materia fiscale
    22 Febbraio 2024
    contributi previdenziali
    Contributi previdenziali 2024 – commercianti e artigiani
    16 Febbraio 2024